3 giu 2011

Erba tagliata (senza pieta`) NO NUCLEAR ENERGY 残酷的に刈った芝生ちゃん

Ero solito riciclare in giardino il fogliame e l'erba tagliati ma quest'anno e` cambiata. Ho tagliato l'erba a 5mm e ho fatto lo scalpo anche alla siepe, buttando via tutto per diminuire la quantita` di radiazioni. Con grande probabilita`, nella mia zona queste sono dovute a cesio radioattivo, l'intruso che si fisso` sul terreno con le piogge di marzo. La caratteristica del cesio (137) e` di avere un tempo di dimezzamento di 30 anni. Bell'affare.
Per fortuna le piogge pulite successive lo stanno facendo penetrare nel terreno (suppongo) diminuendone le radiazioni, ma dato che le piante in parte lo riassorbono, e` piu' efficace eliminare l'erba tagliata, le foglie ecc. ecc.
Quest'anno penso che faro` cosi', anche se sono sempre piu' convinto che radiazioni basse siano davvero ininfluenti per la salute.
3月の雨で落とされた放射性セシウムとみられる放射性物質がお庭にあるので、今年は刈った芝生と切り枝をリサイクルしないで捨てることにしました。このレベルの放射線だと多分問題ないと思いますが、子供たちのためにできることを全部やりたいですから、一応放射線が少し下がるように活動しています。^ヮ^

A parte questo, tramite l'Ambasciata Italiana ho partecipato al referendum come voi farete SENZ'ALTRO nei prossimi giorni.
Vi dico la mia in maniera molto semplice. L'energia nucleare ha dei pregi che molti decantano ma ha fondamentalmente un punto debole estremamente caratteristico che mette in discussione tutto: quando la sua produzione va fuori controllo il danno puo` colpire l'intera nazione ed anche di piu'. La paura che crea puo` raggiungere livelli drammatici.
A Fukushima un vecchietto di oltre novant'anni disse in un'intervista: ho vissuto la guerra e visto tanti disastri, ma la paura per l'emergenza nucleare e` peggio.
Se a novant'anni dice cosi', diamogli credito.

Le discussioni sulla sicurezza per me sono piuttosto patetiche, perche' l'imprevisto puo` esserci e per definizione non sara` previsto.

18 commenti:

S ha detto...

bravo! appoggio senz'altro la tua posizione e al referendum farò avere la mia!

Robert ha detto...

^Le discussioni sulla sicurezza per me sono piuttosto patetiche, perche' l'imprevisto puo` esserci e per definizione non sara` previsto.^

LOL! Comunque non ti preoccupare yanello in italia non le faranno mai anche se non dovesse passare il referedum (e mi auguro che raggiunga il quorum per altri motivi...e per dare un colpetto a un certa politica furbetta che va' aldila' delle contrapposizioni ideolige...)
Si sente nelle tue parole la rabbia per le preoccupazione che l'incidente vi hanno fatto passare..

gianfranco ;-)) ha detto...

Caro Andrea
grazie per la tua preziosa testimonianza, che ho fatto conoscere ad altri amici, spero proprio che domenica la saggezza prevalga.
saluti a te alla tua famiglia

gianfranco ;-)) (l'ex anonimo)

Morena ha detto...

non vedo l'ora che sia domenica mattina e spero che in molti la pensino come me,anzi come noi.

gianfranco ;-)) ha detto...

Come si dice VOTA SI
in giapponese?

ciao gianfranco ;-))

Akvarel ha detto...

"Se a novanta anni dice così diamogli credito!"...dici bene!!
Il disastro di Fukushima, il sacrificio di coloro che vi lavorano per scongiurare altri guai,l'incubo delle radiazioni..che costringe i bambini a stare più in casa che all'aria aperta..l'acqua e i prodotti della terra contaminati... serviranno a far riflettere per fare scelte responsabili?!!
Ce lo auguriamo in tanti!!

Ile ha detto...

Bravo Yanello!!
Votiamo SI per dire NO...e speriamo di
essere tantissimi contrari al nucleare!
Un abbraccio

Mike ha detto...

La paura dell'energia nucleare dopo Fukushima è arrivata anche qui, sicuramente in maniera mooolto diversa, ma è arrivata. E' tremendo quanto successo in Giappone, però (ed è brutto dirlo) ha avuto "l'utilità" di risvegliare le coscienze! In ogni caso al di là del risultato del referendum, il ritorno dell'energia nucleare in Italia è già stato momentaneamente(?) fermato dal governo quindi per ora non ci sono più piani per l'energia nucleare in Italia nel medio periodo. In ogni caso votare contro il nucleare è importante!!!
Dobbiamo imparare a risparmiare energia e a produrla in maniera "naturale" e non a produrne sempre di più!!!

Unknown ha detto...

Anch'io ho già votato quattro sì!
Qui spiego le mie ragioni contro il nucleare.

daniela ha detto...

Andrea concordo con te, ma quali alternative ci sono visto il continuo aumento di consumo di energia? Per le nuove generazioni che sempre piu' useranno l'energia, penso che non sia positivo abbandonare la ricerca sul nucleare.E' comunque un bel rebus!!!!Un abbraccio alla tua famiglia nonni compresi! Daniela

Silvia86 ha detto...

Seguo il tuo blog da dopo il terribile terremoto. Sono innamorata del Giappone da tempo immemore e questo mi rende ancora più curiosa nei confronti dei miei connazionali che vivono nel paese del Sol Levante. Questo intervento è particolarmente importante visto il referendum per cui voteremo domani e dopodomani. Posso rubarti il link e pubblicizzarlo sulla mia pagina facebook?
Silvia.

alfonso ha detto...

caro Andrea anche noi domani andremo a votare 4 si....speriamo lo faccia anche più del 50% del popolo italiano....sembra si stiano svegliando....ma sai com'è...è presto per cantar vittoria !un abbraccio

yanello ha detto...

ne ero certo S ^ ^

Eh si' Robert, quando l'esperienza e` diretta penso sia inevitabile!

Si' gianfranco, ne sono abbastanza convinto. Speriamo bene!
Non so se ci sia un modo per dire brevemente "vota si`" in giapponese perche' non ho nemmeno mai sentito parlare di un referendum qui e soprattutto non so se formulino le domande in maniera cosi'... "articolata"...

Dovranno essere tantissimi Morena! Bisogna!! ^ ^

Auguri Akvarel! ^ ^

Altrettanto Ile!

Purtroppo e` vero Mike, l'uomo ha bisogno di scottarsi di tanto in tanto per ricordarsi che il fuoco brucia...
Ed e` anche vero che dobbiamo imparare a risparmiare energia!! Qui in Giappone in modo particolare!

Mardy,
spiegazione superiore! complimenti!

Daniela,
si puo` puntare di piu' sul risparmio energetico e sulla produzione di sistemi che richiedano meno energia per abbassare in partenza il fabbisogno della stessa, poi sfruttare sul serio e anche migliorare la produzione di energia eolica e solare, e continuare lo studio dell'energia nucleare per trovare un modo di controllarla completamente e soprattutto il modo di smaltire le scorie o, meglio ancora, non produrle!
Guarda che qui in Giappone il danno piu' grave forse l'ha causato la centrale, non il terremoto..
Pensaci.

Meglio far generare energia facendo correre tutti i disoccupati del mondo, piuttosto che con una centrale nucleare! ^ ^

Grazie Silvia86,
senz'altro, usa tutto quel che vuoi! ^ ^

Grazie alfonso,
speriamo di poterla cantare!

Regesto ha detto...

Non c'è dubbio che vanno trovate fonti alternative di energia, ed il NO al nucleare aiuta proprio la ricerca in questo senso! Il Sole rappresenta la più grande fonte, gratuita e rinnovabile, approfittiamone finché siamo in tempo.
Ma anche i consumi andranno ridotti, eliminando gli sprechi ed introducendo tecnologie che riducano il più possibile il bisogno di energie non rinnovabili.
Intanto noi adesso, con i Referendum, facciamo a nostra parte, ed apriamo il nostro futuro alla speranza di un domani migliore.

Robert ha detto...

Per rispondere a danile ed ad integrazione di quanto gia' detto da yanello : noi stiamo vivendo nell'era dell'economia del petrolio :
le princiapali aziende mondiali sono estrattori raffinatori venditori di petrolio oppure aziende che offrono mezzi di trasporto che utilizzano petrolio...
Gia' questo ti fa capire che finora
non si sono approndite vie alternative ma anzi ci sono state e ci sono le guerre per il controllo geopolitico degli stati produttori di petrolio...
Le energie 'alternative' rinnovabili hanno un potenziale di crescita enorme! il nucleare no(l'uranio è limitato e le scorie e i possibili problemi causati dalle centrali hanno costi umani enormi)
Ora il rendimento del fotovoltaico è insufficiente ma non sara' sempre cosi'..e quando queste tecnologie raggiungeranno economie di scala sufficientemente convenieti affriranno una concreta aleternativa all'economia basata sul petrolio.
Gia' ora il governo potrebbe decide di costruire abitazioni passive(che non consumano energia)
o attive(che producono energia)ma i governi sono legati alle logiche e ai gruppi di potere economico *del petrolio* e quindi queste leggi non le fanno (UK e germania
sono gli stati piu' avanzati sono convinto che il giappone seguiera'
e supererera' gli stati piu' avanzati)
Quindi non c'è da temere di rimanere senza energia : c'è da temere che il governo italiano non si muova nella direzione di un decentramento della produzione di energia da fonti rinnovabili e ritardi una legislazione sull'edilizia passiva/attiva
In spagna per dire hanno gia' realizzato la centrale termico/solare con gli specchi che
'riscaldano' una soluzione salina
(teorizzata da rubbia)funziona gia' e funzionerebbe anche nel sud italia...come i parchi eloici off shore il geotermico...Solo che accade che le famiglie piu' potenti in itala siano quelle dei petrolieri o di chi produce l'energia alternativa bruciando
l'olio di palma(marcegaglia)o bruciando i rifiuti(generici o scarti del petrolio)
Vedete voi perchè l'italia è indietro...i cambiamenti vengono sempre ostacolati dai detentori e da guadagna sulle tecnologie 'vecchie'.E prortroppo i maggiori imprenditori in italia non sono illuminati come quelli delgi anni '50 '60(olivetti pirelli ecc)
La differenza la fanno sempre i governi e la grande imprenditoria...siamo messi mauluccio ragazzi...

Robert ha detto...

nota:esiste anche in sicilia una centrale sperimentale con gli specchi ustori ma è piccola e a livello sperimentale...non penso che all'italia manchi la tecnolgia gia' disponibile in spagna...è questione di volonta' politica (e sappiamo purtroppo che politici abbiamo a disposizione ...e non mi rifersco solo a berlusca anche gli 'altri'...)

yanello ha detto...

Regesto, Robert, ce la dobbiamo fareeeeee!

Robert ha detto...

Risultato raggiunto :)
ero fiducioso ...(il nucleare piace a pochi in italia..)

una di quelle quelle in cui i cittadini italiani danno una bella risposta (da segnare a memorizzare..)